venerdì 31 ottobre 2008

Pesaro una provincia calma e tranquilla, finchè un giorno...

Sono rimasta senza parole in seguito alla lettura di questo riassunto cronologico di fatti di violenza avvenuti nella provincia di Pesaro per mano di persone appartenenti alla nuova destra.
La provincia di Pesaro è sempre stata molto tranquilla, non si è mai sentita la neccissità di aver paura. Ho sempre percorso le strade isolate di campagna e di montagna con tranquillità.
Dopo aver letto questi articoli, invece....
E' assurdo, ma che fine farà l'Italia?
Che fine faremo noi?
Mi sembra un ritorno ai comportamenti che chi aveva potere metteva in atto contro i più deboli nel periodo del Medioevo.
Ma che fine ha fatto la civiltà?
giovedì 30 ottobre 2008

Roma allagata: non dipende solo dal tempo!!

In questi giorni si è statenato un nubifragio su Roma. Le scene sono a dir poco apocalittiche: strade con l'acqua che arriva anche all'altezza del ginocchio, macchine che galleggiano, alberi che cadono, incidenti vari.
Ho saputo di fuoristrada in difficoltà nel percorrere strade completamente allagate. Ieri sera, ero in macchina, ho aperto lo sportello e l'acqua arrivava al limite: ci mancava un centimetro scarso e sarebbe entrata nell'abitacolo. Ed ero in una delle strade principali di Roma.
Sicuramente la natura si sta "facendo sentire" e l'acqua caduta non è stata (e non è) sicuramente poca. Ma alcune cose che ho visto nei mesi passati mi fanno pensare.
A Roma stanno riasfaltando molte strade, i lavori e i cantieri aperti sono innumerevoli...e, troppo spesso ho visto gettare l'asfalto sopra i tombini, chiudendoli.
Allora non posso che domandarmi se tutto questo allagamento sia dovuto anche a ad una mancanza di deontologia sul lavoro di sistemazione e ristrutturazione stradale.
Non sto dicendo che gli allagamenti che si sono stati e che ci saranno sono dovuti interamente a questo, ma di sicuro coprire dei tombini non permettendo più lo scolo dell'acqua e quindi un suo più veloce assorbimento, non aiuta, ma peggiora le situazioni di emergenza.
lunedì 27 ottobre 2008

Quotidiani di carta riciclata

Al Ministero per le Politiche Ambientali:
"In Italia si leggono quasi 2 000 000 di quotidiani al giorno e per la loro stampa si deve utilizzare molta carta che di conseguenza porta all'abbattimento di uno svariato numero di alberi... firmando questa petizione chiediamo che TUTTI I QUOTIDIANI UTILIZZINO ALMENO IL 20% DI CARTA RICICLATA ciò mi sembra assolutamente di auito a tutti". Firma la petizione

domenica 26 ottobre 2008

Il cassonetto della carta

Nel 2005 il Comune di Roma ha reso obbligatorio, per tutti i cittadini, fare la raccolta differenziata. Punto 1 - Fare la raccolta differenziata è obbligatorio. Tant'è che per i fuori legge la multa varia da 50 a 300 Euro. (Non vi è ancora notizia di nessun multato, quindi suppongo che tutti rispettano la legge). Il cassonetto per la raccolta della carta è di colore bianco (in alcuni comuni l'ho anche visto giallo) e, dentro possono essere inseriti (o buttati):
  • imballaggi di carta, cartone e cartoncino;
  • giornali, riviste, quaderni;
  • depliant, volantini, manifesti;
  • cartoni per bevande (es. in tetra pak) - scommetto che tutti sanno cos'è il tetra pak!!!

Mentre, non si può inserire:

  • carta o cartone sporchi di cibo o di altre sostanze;
  • carta oleata o plastificata;
  • piatti, bicchieri e posate di plastica;
  • buste o sacchetti di plastica.

Punto 2 - Visto che non si può buttare nei cassonetti per la carta la plastica, ne deduco che il sacchetto dove accumulare la carta per poi buttarla, o deve essere di carta (tipo le buste di carta, appunto) oppure, se si utilizza una busta di plastica, questa non deve poi essere buttata nel cassonetto insieme alla carta che contiene. Allora, perché continuo a vedere nei cassonetti bianchi enormi quantità di buste di plastica piene zeppe di carta?

martedì 21 ottobre 2008

Saviano: anche lui un capro espiatorio?

Solo poche parole. L' "argomento" Saviano/Gomorra è troppo ampio, vasto, grade e immenso per andare a fondo con un semplice post. Ne ho già scritti, ne scriverò altri... ma ho sempre la sensazione di "poco". Come se scrivendo pensieri essi si disperdano, evaporino. Il libro Gomorra, non è un romanzo, non parla di un qualcosa nato dall'ispirazione camorra, no è poesia, non è storia... non è. Semplicemente non è. Forse lo si potrebbe chiamare "libro-inchiesta". Ma, nel dargli un nome o nel collocarlo in una categoria mi sembra sempre di fare una operazione che toglie l'essenza del suo essere. Mettere nero su bianco la realtà, ha un nome? Roberto Saviano, Roberto è un ragazzo. Non sono proprio sicura che sapesse concretamente a cosa andava incontro con la pubblicazione di Gomorra, e spero che anche le persone che lo hanno aiutato in questa impresa, nello scrivere il libro e poi pubblicarlo (compresa la casa editrice!!!) non saperesso che stavano mandando al patibolo un ragazzo. Roberto, con Gomorra, ci sta dando una opportunità unica. Eppure mi sembra che Gomorra è tra le letture più famose ma, contemporaneamente tra le più... non ascoltate, non viste, non udite. Una possibilità che ci viene offerta, credo e spero, è di firmare questo appello indetto da Repubblica. Un'altra possibilità è quella di spezzare la catena del sistema. Più difficile, fa più paura, ma se ognuno fa la sua parte ce la si può fare!!!
sabato 18 ottobre 2008

Ecco i manicomi e i loro "ospiti"

Con questo post vorrei dare risalto ad un post pubblicato qualche giorno fa da Niagara sul blog La strada delle parole. Lo faccio qui sia perché ho già scritto altri post in merito, sia perché è il blog più seguito tra gli altri che amministro. Visto il tema, lo inserirò anche su Amici Speciali (che attualmente non curo), in modo che possa far parte anche dell'archivio di un blog appena nato ma per me molto importante.

Credo fermamente che i manicomi non vadano riaperti.
Credo che dalla storia, dal passato, si possa imparare: non tenere conto della storia significa inevitabilmente fare scelte sbagliate.
Credo che alle persone con disabilità intellettiva vadano offerte altre possibilità. Non dare a loro una alternativa valida, significa non darla nemmeno a noi stessi; significa non accettare il diverso; significa che usciamo sconfitti dal confronto con il diverso.

Legge 180/78 trent'ann dopo

La speranza di Basaglia si è infranta nel giudizio storico di Tancredi "Se vogliamo che tutto resti com'è, bisogna che tutto cambi". Sopravvive il ricordo della scritta sui muri dell'Istituto di Gorizia e dell'Istituto di Trieste "Noi liberiamo le persone, voi continuate ad internarle".

Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975) - La fuga di Grande Capo


Il manicomio è una grande cassa
di risonanza
e il delirio diventa eco,l'anonimità misura,
il manicomio è il monte Sinai,
maledetto, su cui tu ricevi
le tavole di una legge
agli uomini sconosciuta.

Alda Merini

Qui il post originale


domenica 12 ottobre 2008

Io non "lodo" proprio nessuno

Questo il quesito proposto: "Volete voi che sia abrogata la legge 23 luglio 2008, n. 124, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 173 del 25 luglio 2008, recante Disposizioni in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato?". (Abrogare= annullamento di una norma) DIFFONDI SUL TUO SITO
sabato 4 ottobre 2008

...ma che cos'è?

"Una cuffia ti trasforma in un genio": dopo aver letto questa notizia sono caduta in depressione. Veramente sono giorni che più leggo netizie più sprofondo. Il Mondo è davvero impazzito! Non sappiamo più cosa è giusto e sbagliato, non abbiamo la percezione di dove stiamo andando e di cosa stiamo facendo.
La "cuffia magica" agisce con una tecnica chiamata stimolazione magnetica transcraniale che consiste nel mandare impulsi magnetici (piccole scosse elettriche) al cervello capaci di attivare o sopprimere l'attività neuronale.
Ripeto: attivare o sopprimere. Sottolineo: sopprimere.
In pratica, la cuffia disattiva aree del cervello, temporaneamente (così stiamo più tranquilli).
Mi ricorda una certa Terapia elettroconvulsivante, altrimenti detta Elettroshock.
Altra "chicca" dell'articolo: «Credo che dentro ognuno di noi - ha detto - ci sia una macchina inconscia che ha una straordinaria creatività, memoria e capacità matematiche. Generalmente non abbiamo accesso a queste competenze».
Si, ci crediamo: per merito della cuffia saremo tutti dei futuri geni e diventeremo tutti famosi e ricchi!!!!
giovedì 2 ottobre 2008

Ecoballe di B. (imprenditore) = quinto inceneritore a Napoli

Comunicato stampa di Legambiente
Legambiente: “Quinto inceneritore necessario per le ecoballe di Berlusconi?”
“Se Napoli si vuol candidare a bruciare anche le ecoballe prodotte nel resto d’Italia allora cinque inceneritori possono avere un senso.
Oppure, in Campania si è deciso di continuare a produrre una gran quantità di rifiuti per mandare a regime questi impianti a scapito delle più moderne e salutari politiche di riduzione, differenziazione e recupero dei rifiuti.
Sarebbe utile sapere secondo quali stime il Premier abbia potuto prevedere l’utilità di cinque impianti quando esperti della gestione commissariale del Prefetto Pansa, avevano stimato che con due impianti si sarebbero potute eliminare sia le ecoballe già stoccate che quelle prodotte successivamente”.
Così Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente, commenta l’annuncio fatto oggi dal Premier della realizzazione di un quinto termovalorizzatore in Campania per risolvere l’emergenza rifiuti nella regione.
“La Campania ha bisogno di politiche concrete e non di proclami – ha dichiarato il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo -.
Vorremmo la stessa determinazione nel chiedere la messa in funzione degli impianti di compostaggio nella nostra regione. Impianti ben più utili anche in considerazione del fatto che oltre 200 comuni campani fanno ormai la raccolta differenziata”.

Search This Blog

Powered by Blogger.

Si parla di:

adhd (2) alimentazione (10) amare (4) ambiente (36) amici blogger (1) amore (10) animali (25) anoressia (2) ansia (2) anziani (5) asperger (2) attualità (52) Auguri (3) autismo (22) avvisi (6) bambini (19) banner (4) blog (17) blogsfera (10) bullismo (2) cani (8) canzoni (2) carnefici (1) Chiesa (1) cinema (2) consumismo (6) consumo consapevole (16) coppia (6) corpo (1) cose divertenti (7) cultura e società (1) depressione (1) dieta (1) dipendenza (1) disabili (4) disturbi dell'apprendimento (2) donare (1) educazione (15) elettroshock (5) elettrosmog (2) enuresi (1) equilibrio (1) famiglia (1) femminilità (1) film (3) foto del mese (3) frase del mese (21) fumetti (2) gatto (5) genitori (4) gioco (3) google (1) infanzia (8) inquinamento (11) integrazione (1) ipercura (1) la nostra squola (11) la strada delle parole (3) leggendo Gomorra (5) libri (23) libro (2) link (1) mafalda (1) meme (2) mente (1) mezzi pubblici (2) neil armstrong (1) OGM (2) omossesualità (3) pediatra (1) pedofilia (14) petizione (4) piaghe da decubito (2) poesia (10) povertà (1) preghiera (4) premi (5) psichiatria (2) psicofarmaci (3) psicologi (6) psicologia (1) psicopatologia (2) psicosomatica (2) pubblicità (3) raccolta differenziata (2) radioattività (2) regalo (5) ricordo (10) riflessione (16) ringraziamenti (2) salute (28) scambio link (1) scuola (11) senso civico (26) sessualità (5) solidarietà (14) sondaggio (2) sport (1) stile di vita (7) strumenti educativi (5) strumenti educativi speciali (1) suicidio (2) supermercati (1) Tagore (1) teatro (1) truffe varie (1) varie (3) video (1) videogiochi (1) vittime (1) volontariato (1) youtube (1)

Followers

Google+

La mia foto

Psicologa, Psicoterapeuta - Insegnante di massaggio infantile - Facilitatrice Metodo Feuerstein

Post più popolari

Bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...