Bastoncini di incenso tossici

Da una ricerca pubblicata su Cancer, il giornale dell'American Cancer Society, sembra che respirare l'incenso provochi la nascita di neoplasie alle vie respiratorie superiori (come naso, bocca, laringe...).

Le ricerche in questo ambito esistono già da molti anni, ma erano concentrate soprattutto sul tumore al polmone, che sembra non essere colpito in numero preoccupante dalla tossicità sprigionata dal bastoncino di incenso che brucia, come invece lo sono le alte vie respiratorie.

I bastoncini di incenso sono prodotti dalla miscela di polvere lignea, polvere di petali e fiori essicati, carboncino (che facilita lal combustione) e resina che funge da agente legante per il composto.
La miscela ottenuta viene mescolata ad acqua per ottenere una consistenza che sia contemporaneamente flessibile e compatta; quindi viene arrotolata intorno a sottili frammenti di bambù così da ottenere la forma caratteristica del bastoncino.
Questo viene poi completamente essicato e immerso in una particolare fragranza che gli darà il profumo.
La fragranza può essere prodotta in diversi modi: esratta in maniera naturale dal fiore, può essere un composto di due o tre fiori, unita a uno specifico tipo di profumo, oppure un composto chimico che riproduce il profumo della fragranza naturale.

Chi produce incenso dice che è proprio nel momento della preparazione che si "stabilisce" se l'incenso sarà tossico oppure no. Dipende dai materiali che vengono utilizzati.

Esistono infatti delle case prodruttrici di incenso che hanno degli standerd di qualità da rispettare. Standard stabiliti dal Ministero della Sanità.
I certificati devono essere riportati sulla confezione tramite una etichetta o un marchio. Se non vengono riportati molto probabilmente l'incenso sarà nocivo per chi lo respirerà una volta acceso: non compratelo.

Quando si compra incenso è quindi importante conoscere e attuare alcuni accorgimenti che derivano dalla conoscenza dell'esistenza di diversi tipi di incenso:


Incensi comuni
Sono incensi di mille forme , grandezza e colori.
Si trovano nelle bancarelle, dai venditori ambulanti e nei negozi normali.
Hanno confezioni colorate con foto del prodotto e della fragranza usata per profumarlo.
Sono facilmente riconoscibili per via del loro basso prezzo e perchè non hanno nessuna garanzia in etichetta.
Hanno mille profumi sintetici e non è difficile riconoscere i profumi naturali con i profumi inventati( tipo profumo di cioccolato, di zucchero, di miele, di mela verde ecc).
Hanno confezioni generalmente di carta esagonali o in plastica trasparente morbida.
Si possono trovare anche come regalo nelle riviste e in dotazione con i brucia incensi da negozio.
Tramite indagini si scopre che sono fatti prevalentemente da bambini sottopagati e sfruttati per ore ed ore dalle aziende per una miseria.
Costretti a lavorare tra una miriade di pericoli e materiali tossici.
Da evitare assolutamente.

Incensi Atossici
Gli incensi atossici sono incensi certificati dagli enti predisposti e sono subito riconoscibili per la garanzia in etichetta ed i fogli informativi al loro interno.
Hanno una confezione curata ma sobria .
Sono incensi fatti con sostanze naturali, senza coloranti, profumi sintetici e materiali pericolosi.
Sono composti prevalentemente da resine , fiori, cortecce e materiali naturali per la combustione ed in parte per le note del profumo.
Il profumo vero e proprio però viene dato dagli oli essenziali delle piante che ne donano la fragranza principale.
Sono avvolti in una stecchetta di vero bambù come vuole la tradizione indiana.
Non contengono metalli pesanti e sono certificati sulla assenza della manodopera infantile e sul lavoro di soli adulti.
Hanno un prezzo generalmente più alto degli incensi comuni, ma di poco.
Buona qualità e garanzia di sicurezza.

Incensi naturali metodo antico
Sono incensi fatti a mano con resine , fiori, cortecce, materiali vegetali che ne costituiscono il corpo e il profumo.
Non vengono usati oli essenziali per la profumazione perchè l'essenza viene proprio dai materiali naturali utilizzati. Il corpo è fatto di bambù naturale.
Sono totalmente privi di sostanze chimiche e sono sicuramente gli incensi di maggiore qualità sul mercato.
Vengono fatti a mano da esperti indiani in fabbricazione di incensi tradizionali.
Sono i veri incensi fatti con metodi antichi della tradizione.

Resine naturali
Sono sicuramente gli incensi più grezzi presenti in natura, senza la necessità di manufattura da parte dell'uomo.
Sono le resine degli alberi prodotte per allontanare parassiti,batteri e muffe, in caso di ferite della pianta e per ripristinare il taglio e successivamente la corteccia.
Hanno la classica forma di resina naturale, tipo quella che vediamo facilmente nei pini.
Sono totalmente privi di sostanze tossiche e sono completamente ed interamente prodotti dalle piante e non tramite lavori artificiali.
Questo ne garantisce l'assoluta purezza del prodotto.
Si trovano vari profumi dati da vari tipi di piante diverse.La loro peculiarità sta nel fatto che per essere bruciati hanno bisogno di un carboncino acceso come base.

Fonti:
Prosperità srl
Altromercato
Tea Natura
BioEcoCosmesi al maschile.. (blog veramente interessante, andatelo a visitare :)

(Foto: incensiera dello stile di quelle che usano tipicamente in Chiesa con il fumo dell'incenso che esce)
Bastoncini di incenso tossici Bastoncini di incenso tossici Reviewed by Paola Romitelli on 09:57 Rating: 5

17 commenti:

  1. Quando bruci qualcosa non c'è niente che non sia tossico a parte l'idrogeno che forma semplicemente acqua.

    Francesco

    RispondiElimina
  2. Un saluto e un bentornata. Tutto bene con le ferie?

    Andrea

    RispondiElimina
  3. Ti sei risposata?
    Non sapevo che lo fossi già!
    Auguri!

    RispondiElimina
  4. ho fumato un pò di incenso....magari potessi farlo!!!

    RispondiElimina
  5. Non potresti essere un po più chiara a riguardo? Voglio dire .. dici che gli incensi tossici sono quelli a forma esagonale(chissà poi perchè) o con gusti inventati ,tipo mela verde, però poi asserisci che quelli fatti a mano ,come vuole la tradizione indiana , sono naturali e atossici (stando a quanto ho capito) ..Beh c'è una marca che sembra soddisfare entrambi requisiti : la Hem (hemincense.com) ; Potresti cortesemente farmi sapere di più a riguardo?? Grazie :)

    RispondiElimina
  6. Caro anonimo,
    mi piacerebbe poter approfondire l'argomento, ma come potrai accorgerti dalle fonti citate per raccogliere notizie, non sono un'esperta di incesi. Potresti scrivere tu un post di approfondimento se hai un blog :)
    ...se poi c'è una marca che soddisfa entrambi, ben venga...

    RispondiElimina
  7. Grazie per il tempo concessomi, credo che seguirò il tuo consiglio , grazie ancora
    Ciao :)
    Simone

    RispondiElimina
  8. Simone, bel nome :)
    A presto!

    RispondiElimina
  9. Complicato: Io ad esempio compro incensi da Altromercato (citato in fondo) ma loro stessi in realtà controllano più l'aspetto etico (il che non significa che non possano controllare anche quello sanitario, semplicemente non lo so) e ammettono che alcuni (dei loro?) incensi sono fatti con materiali chimici non naturali (saranno atossici?)

    RispondiElimina
  10. Per testare la tossicità dei bastoncini, naturali e non, mettete una cavia umana asmatica vicino al bastoncino che brucia! Mi offrirei volontario.........ma solo se.......avessi una minima certezza che da lì non si sprigionino gli stessi tipi di composti (cancerogeni) che si sviluppano bruciando un pezzo di legno!
    Paola la scelta è una se non si vogliono correre rischi: non usarli! Certo il fumus da più atmosfera! Questo vale anche per le candele profumate.....!
    Poi se i bastoncini e le candele non sono cancerogeni, non lo sarebbero neanche le sigarette, almeno nel caso del fumo passivo!

    RispondiElimina
  11. @Ciao Marco, benvenuto tra i commentatori ;)
    Come suggerisce Francesco, sto usando l'incenso sempre più raramente.
    A presto :)

    RispondiElimina
  12. Mi è stato regalato un porta icnenso in legno verticale con una iguana da dove dovrebbe uscire il fumo :) molto carina!

    Quindi direi di inziare a prendere incensi!

    Marche affidabili? ho visto su ebay un venitore che vende la marca HEM indiana. Come sono?!

    Marche + naturali possibili?!

    E poi, meglio cinesi, giapponesi o indiani?!

    RispondiElimina
  13. io uso molto li incensi..
    fumo da 10anni, li uso, e sono ancora viva a 31.. al massimo mi danneggeranno a 40 o 50, ma allora non mi cagherà più nessuno! XD quindi vabbè.. XD :P io sconsiglio la marca Hem, perchè fa tossire! meglio : ERBOLARIO, FIORE D'ORIENTE, CERERIE TERENZI, ECC!
    sul mio blog, potete trovare quello che consiglio io..
    ciao, angy.
    (passavo per caso! XD :P)

    RispondiElimina
  14. premesso che parlare di prodotti naturali è un mito in generale.
    Per quanto riguarda gli incensi esiste una distinzione molto semplice in 2 specie: il tipo masala (parola usata per indicare un miscuglio di spezie/salse della cucina indiana)che è fatto con una pasta di polveri di piante fiori legni ecc e uniti da collante e sostanze che aiutano la combustione è rullata a mano su un bastoncino....hanno colore chiaro e sono porosi(non compatti) e questi sarebbero i più naturali e che danno una profumazione corposa ma delicata e che non dà fastidio.
    Gli atri che sono fatti con dei bastoncini di bambu' con incorporata la pasta che vengono lasciati macerare nelle essenze (sfido chiunque a trovare delle essenze naturali per meno di 10 euro a boccetta da 5 ml) più o meno buone o nocive e lasciati essiccare. Si riconoscono per avere la pasta dura, compatta, color scuro tendente al nero e possiamo avere degli ottimi aromi anche se sono meno "naturali" ma non ho mai saputo di un incenso ritirato dal mercato perchè tossico....tossico poi per quale elemento ? e quanti bastoncini bisogna usare per intossicare ? E' più facile intossicarsi o morire con una fuga di gas anche perchè mettono degli aditivi per renderla inodore..in conclusione, usate gli incensi tranquillamente al più ne beccate uno scarso che vi farà del malditesta.
    salve, paolo P.S. poi vi mando la parcella per la prestazione professionale....

    RispondiElimina

Powered by Blogger.