lunedì 29 dicembre 2008

L'Italia di oggi

Non credo sia il tempo di convincere qualcuno a cambiare idea politica, o a pensare di mutare voto. Non credo sia il tempo di cercare affannosamente il nuovo o il meno peggio sino a quando si andrà incontro a una nuova delusione. Ma sono convinto che la cosa peggiore sia attaccarsi al triste cinismo italiano per il quale tutto è comunque marcio e non esistono innocenti perché in un modo o nell'altro tutti sono colpevoli. [..] La percezione che il paese stia affondando la hanno tutti, da destra a sinistra, da nord a sud. E come in ogni momento di crisi, dovrebbero scaturirne delle risorse capaci di risollevarlo. Il tepore del "tutto è perduto" lentamente dovrebbe trasformarsi nella rovente forza reattiva che domanda, esige, cambia le cose. Oggi, fra queste, la questione della legalità viene prima di ogni altra. Credo che sia giunto il tempo di svegliarsi dai sonni di comodo, dalle pie menzogne raccontate per conforto, così come è tempo massimo di non volersela cavare con qualche pezza, quale piccola epurazione e qualche nome nuovo che corrisponda a un rinnovamento di facciata. Non ne rimane molto, se ce n'è ancora. Per nessuno. Chi si crede salvo, perché oggi la sua parte non è stata toccata dalla bufera, non fa che illudersi.
Roberto Saviano
martedì 23 dicembre 2008

Il regalo di un amico

Volevo condividere con voi il regalo di Natale ricevuto da un caro amico: la fotocopia di un conto corrente, intestato ad un progetto per le persone povere! Non avevo capito bene il regalo ricevuto. Il mio amico, mi ha spiegato che i soldi che avrebbe utilizzato per regalare oggetti o altro ai suoi cari, li ha donati a questo progetto. Li ha regalati alle persone che hanno bisogno. Così, al posto del regalo, ognuno avrà la fotocopia del conto corrente da lui fatto. Sono grata di questo regalo, il più bello che ho ricevuto e che, sicuramente, riceverò, senza nulla togliere agli altri regali, ma questo è veramente speciale, perché mi ha reso partecipe del regalo fatto. Grazie, è un gesto che unisce!

L'anno prossimo, lo prenderò come esempio :)

martedì 16 dicembre 2008

Addio, bellissime farfalle!!!

Da La Repupplica (cartacea), 11 dicembre 2008:

"Dopo la scomparsa delle lucciole e la moria delle api, sono ora le farfalle ad allontanarsi dalla nostra vista e disertare il nostro immaginario.

Ancora una volta il cambiamento climatico viene chiamato in causa.

E, per ognuno di questi animali si può dire che il vuoto che lasciano è molto più grande delle loro piccole ali.

A farfalle e api, che si occupano dell'impollinazione, è affidata infatti la sopravvivenza delle piante.

Gli uccelli che di lepidotteri si nutrono hanno già iniziato a rarefarsi nelle campagne, modificando le loro rotte migratorie sulla scia del riscaldamento del pianeta.

L'addio delle farfalle, anche se avviene in un modo che più silenzioso e discreto non si potrebbe, è l'ennesimo segnale del fatto che l'ambiente in cui abitiamo sta diventando poco a poco sempre più inospitale.

Insetti e piccoli volatili se ne sono accorti per primi, e con i loro corpi minuscoli e fragili hanno colto in anticipo i segnali di fumo che arrivano ormai a 360 gradi anche a noi uomini. e al nostro futuro".

Politica, soldi, economia, sitema, sistemi malavitosi... quanto rumore.
Il Mondo, la Terra, la Nostra Casa, sta lentamente morendo.
Quanto rumore, per avere il nulla che dilaga.
domenica 7 dicembre 2008

Blogger fate attenzione!!!!!!

Certe cose mi confondono e mi disorientano. In questo Paese la stranezza è sempre più di casa. Chi scrive sui muri, i c.d. “writers”, rischia addirittura la galera e chi produce crack finanziari da milioni di euro, rovinando così migliaia di famiglie, gode di leggi “ad hoc” e la fa franca. I poveri e i senza tetto sono stati schedati, e l’elenco ce l’ha il Ministero dell’Interno, come se essere poveri e senza casa fosse una colpa. Gli impiegati statali sono stati messi alla gogna con l’imputazione di aver mandato in rovina la P.A., sebbene siano meri esecutori di ordini e disposizioni dei vertici dello Stato. Hanno sparato su tutti, anche su chi ha fatto sempre il proprio dovere, per l’incapacità di colpire i pochi (assenteisti). Ma cosa peggiore, il messaggio nascosto che hanno rifilato nella mente degli italiani è stato quello che i Governanti non sono responsabili delle inefficienze che loro stessi hanno creato. Il popolo voleva un colpevole e loro glielo hanno diluito in un po’ d’acqua e fatto bere. E quando dico “loro” mi riferisco a chi siede a destra e a sinistra dei tavoli in cui si decidono le sorti del Paese. Sapete una cosa? Se la P.A. funzionasse davvero nessuno andrebbe più a chiedere favori ai politici. E’ chiaro l’intento di chi governa il Paese: il caos e il rancore sociale! In Italia si spende troppo, bisogna “tagliare”! E si tagliano i fondi alla cultura, alla ricerca, alla scuola. Ma i geni del parlamento e del governo non mollano neanche una briciola della decina di migliaia di euro che si sono decretati, se non altro per dare il buon esempio. Brunetta (& C). prende soldi da malato, da ministro, da professore, e Berlusconi pure quelli della Camera pur non avendoci mai messo piede. Non molla neanche un centesimo, si prende tutto quel che può prendere, con i suoi doppi, tripli e quadrupli lavori, ma agli impiegati statali, che devono mandare avanti una famiglia con poco più di mille euro al mese, ha vietato la seconda occupazione, e il part-time è ora a discrezione dell'Amministrazione. Nessuno dice che le assenze sono diminuite solo perché, per evitare di farsi prelevare dallo stipendiucolo circa cento euro per tre giorni di malattia (più o meno trenta euro al giorno), gli statali prendono giorni di ferie che, ovviamente, non sono conteggiati come assenza per malattia. E' tutta una farsa! Ecco, per esempio, come spendiamo cento milioni di euro all'anno (stipendi Governatori regionali italiani e liquidazione dei "non eletti"). Chiunque abbia capacità di valutazione e deduzione potrebbe continuare ad elencare lo scempio partorito dalle menti che tutti noi paghiamo a peso d’oro. Personalmente, non ne ho voglia. Ma oggi sono qui per dare una notizia, pertinente ai blog, che forse non tutti sanno. E’ al vaglio dei geni al governo una proposta di Legge (la 1269) che vuole i blog, e dunque la libertà di espressione (art. 21 della Costituzione), censiti al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC). Se passa la Legge e non iscriverò al ROC il mio blog potrò essere imputato di “stampa clandestina” e passare sotto il torchio del codice penale. Sarò “colpevole”, come per i colleghi blogger della Cina o della Birmania o di Cuba, per aver redatto un blog-diario dei miei pensieri! Tutti colpevoli i writers, i blogger, i poveri senza casa, gli impiegati statali, i manifestanti, i poliziotti al G8 a Genova, e via dicendo. Credo che questo modo di fare della classe dirigente sia un buon modo per confondere e per distrarre l’attenzione da questioni ben più importanti. Se ti va firma anche tu la petizione online per evitare la soppressione della Democrazia in rete. Altre informazioni sulla proposta di Legge possono essere reperite qui. Fonte: blog di Un Pensiero

Search This Blog

Powered by Blogger.

Si parla di:

adhd (2) alimentazione (10) amare (4) ambiente (36) amici blogger (1) amore (10) animali (25) anoressia (2) ansia (2) anziani (5) asperger (2) attualità (52) Auguri (3) autismo (22) avvisi (6) bambini (19) banner (4) blog (17) blogsfera (10) bullismo (2) cani (8) canzoni (2) carnefici (1) Chiesa (1) cinema (2) consumismo (6) consumo consapevole (16) coppia (6) corpo (1) cose divertenti (7) cultura e società (1) depressione (1) dieta (1) dipendenza (1) disabili (4) disturbi dell'apprendimento (2) donare (1) educazione (15) elettroshock (5) elettrosmog (2) enuresi (1) equilibrio (1) famiglia (1) femminilità (1) film (3) foto del mese (3) frase del mese (21) fumetti (2) gatto (5) genitori (4) gioco (3) google (1) infanzia (8) inquinamento (11) integrazione (1) ipercura (1) la nostra squola (11) la strada delle parole (3) leggendo Gomorra (5) libri (23) libro (2) link (1) mafalda (1) meme (2) mente (1) mezzi pubblici (2) neil armstrong (1) OGM (2) omossesualità (3) pediatra (1) pedofilia (14) petizione (4) piaghe da decubito (2) poesia (10) povertà (1) preghiera (4) premi (5) psichiatria (2) psicofarmaci (3) psicologi (6) psicologia (1) psicopatologia (2) psicosomatica (2) pubblicità (3) raccolta differenziata (2) radioattività (2) regalo (5) ricordo (10) riflessione (16) ringraziamenti (2) salute (28) scambio link (1) scuola (11) senso civico (26) sessualità (5) solidarietà (14) sondaggio (2) sport (1) stile di vita (7) strumenti educativi (5) strumenti educativi speciali (1) suicidio (2) supermercati (1) Tagore (1) teatro (1) truffe varie (1) varie (3) video (1) videogiochi (1) vittime (1) volontariato (1) youtube (1)

Followers

Google+

La mia foto

Psicologa, Psicoterapeuta - Insegnante di massaggio infantile - Facilitatrice Metodo Feuerstein

Post più popolari

Bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...