mercoledì 12 settembre 2007

Automobilisti, pedoni e 'zebre'!

Il rapporto tra pedoni e automobilisti non è mai stato un rapporto tranquillo, ma
ultimamente le cose stanno degradando ulteriormente:
- mogli di illustri signori italiani investite mentre attraversano sulle strisce;
- pedoni che vengono insultati perché camminano troppo lentamente mentre attraversano;
- automobilisti che quando vedono un pedone in procinto di attraversare sulle “zebre” invece di rallentare, accelerano;
- pedoni che insultano automobilisti che non si fermano.

Le cronache sono ormai piene di articoli dove il ‘povero’ pedone che, ricordiamolo, sulle strisce ma solo sulle strisce, ha la precedenza rispetto all’automobilista, deve faticare per attraversare rimanendo incolume (qualora non ci fossero semafori o percorsi pedonali deputati a gestire il problema).

I pedoni hanno ragione!

Del resto sono vulnerabili rispetto a chi sta comodamente seduto sulla propria macchina a farsi ore e ore di traffico (almeno in una città come Roma!).

Posso parlare sia da pedone che da automobilista, visto che non sempre ho la possibilità di utilizzare la macchina.

Come pedone posso effettivamente confermare che da un lato c’è molta arroganza, strafottenza e maleducazione da parte degli automobilisti che pensano di “essere padroni della strada” (frase letta in diversi blog dove si parla dell’argomento!): noi poveri pedoni (in questo momento sono un pedone!) per attraversare la strada rischiamo di continuo di essere messi sotto una macchina che non si ferma, anche quando abbiamo la precedenza.
Diverse volte ho rischiato che una macchia o anche un motorino mi facesse male e, mi sono presa anche degli insulti alquanto irripetibili!
Molte volte mi è capitato che, in procinto di attraversare (sempre sulle strisce) mi si sia accodato un signore/a anziano che non riusciva ad attraversare da solo!
Troppe volte mi sono chiesta perché in Italia, visto che pago le tasse, non possano mettere un semaforo a richiesta (magari che funzioni solo a richiesta!), oppure fare dei piccoli ponticelli, oppure dei sottopassaggi, certo non dappertutto, ma un poco di più perché no!
Qualche anno fa sono stata in Norvegia per lavoro e mi sono meravigliata di come gli automobilisti se fermassero anche se solo avevano la percezione che il pedone stesse per attraversare: “che grande popolo!” ho pensato, che grande prova di civiltà e di rispetto verso il prossimo.

Devo comunque dire che gli episodi in cui gli automobilisti si fermano per far attraversare, sono in qualche modo aumentati.

Come automobilista, faccio una premessa: abito a Roma, nella zona a nord e lavoro a sud. In una città come Roma la cosa non è trascurabile. Quando sono in macchina ho sempre un occhio di riguardo per i pedoni…ma devo dire la sincera verità: mi fanno arrabbiare molto. Voi direte: ‘arrabbiati pure, sei un automobilista, noi pedoni ci facciamo male se ci investi e quindi abbiamo ragione noi’.
Beh, non è proprio così: anche i pedoni (così come noi automobilisti, chi lo mette in dubbio?) dovrebbero andare a frequentare dei corsi di educazione civica (ma a suola non si fa più?).
Vedete, a Roma in circa 100 metri di strada, ci sono almeno due gruppi di strisce pedonali e, sapete cosa succede, succede che i pedoni attraversano sul primo gruppo di strisce (che poi non ho ancora capito bene perché ma mentre attraversano e tu automobilista hai rallentato, rallentano anche loro!!! E’ una rivalsa?!?) e la macchina rallenta, poi si incontrano pedoni anche sul secondo gruppo di strisce pedonali e la macchina rallenta, poi i pedoni si incontrano anche TRA i due gruppi di strisce, cioè dove le strisce non ci sono, e la macchina rallenta!
Allora, se devo percorrere in questo modo circa 50 km al giorno andata e ritorno per Roma e in mezzo al traffico, con i pedoni che sbucano da tutte le parti, anche dove non te lo aspetti e anche dove spesso il semaforo è rosso (perché non possono aspettare il verde, vanno troppo di fretta!!!), beh, se permettete, mi fanno arrabbiare non poco, visto che così ci metto il doppio del tempo per fare i famosi 100 metri, figuriamoci 50 km!
Un collega automobilista, ultimamente, ha preso una multa di euro 200 e 4 punti patente tolti perché non si è fermato sulle strisce mentre passava un pedone (che ovviamente è incolume!), ma nessuno si è domandato quante altre volte l’automobilista si è dovuto fermare perché il pedone non rispetta i segnali stradali attraversando dove più gli fa comodo, e non ho mai sentito di pedoni che hanno preso multe così salate per aver attraversato fuori dalle strisce!

Credo che ci voglia educazione da entrambe le parti se si vuole raggiungere un modo di vivere basato sul rispetto. Ma credo anche che la responsabilità di questo sia da dare anche a chi gestisce il traffico e (non) offre le infrastrutture adeguate per chi deve semplicemente ‘uscire di casa’ per vivere.

Bene, come automobilista mi impegno a fermarmi se ci sono pedoni che attraversano sulle strisce e quando il semaforo è rosso, ma mi impegno anche a boicottare i pedoni che con il loro comportamento non dimostrano di rispettare l’automobilista infrangendo le regole che governano il traffico!

Search This Blog

Powered by Blogger.

Si parla di:

adhd (2) alimentazione (10) amare (4) ambiente (36) amici blogger (1) amore (10) animali (25) anoressia (2) ansia (2) anziani (5) asperger (2) attualità (52) Auguri (3) autismo (22) avvisi (6) bambini (19) banner (4) blog (17) blogsfera (10) bullismo (2) cani (8) canzoni (2) carnefici (1) Chiesa (1) cinema (2) consumismo (6) consumo consapevole (16) coppia (6) corpo (1) cose divertenti (7) cultura e società (1) depressione (1) dieta (1) dipendenza (1) disabili (4) disturbi dell'apprendimento (2) donare (1) educazione (15) elettroshock (5) elettrosmog (2) enuresi (1) equilibrio (1) famiglia (1) femminilità (1) film (3) foto del mese (3) frase del mese (21) fumetti (2) gatto (5) genitori (4) gioco (3) google (1) infanzia (8) inquinamento (11) integrazione (1) ipercura (1) la nostra squola (11) la strada delle parole (3) leggendo Gomorra (5) libri (23) libro (2) link (1) mafalda (1) meme (2) mente (1) mezzi pubblici (2) neil armstrong (1) OGM (2) omossesualità (3) pediatra (1) pedofilia (14) petizione (4) piaghe da decubito (2) poesia (10) povertà (1) preghiera (4) premi (5) psichiatria (2) psicofarmaci (3) psicologi (6) psicologia (1) psicopatologia (2) psicosomatica (2) pubblicità (3) raccolta differenziata (2) radioattività (2) regalo (5) ricordo (10) riflessione (16) ringraziamenti (2) salute (28) scambio link (1) scuola (11) senso civico (26) sessualità (5) solidarietà (14) sondaggio (2) sport (1) stile di vita (7) strumenti educativi (5) strumenti educativi speciali (1) suicidio (2) supermercati (1) Tagore (1) teatro (1) truffe varie (1) varie (3) video (1) videogiochi (1) vittime (1) volontariato (1) youtube (1)

Followers

Google+

La mia foto

Psicologa, Psicoterapeuta - Insegnante di massaggio infantile - Facilitatrice Metodo Feuerstein

Post più popolari

Bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...