sabato 14 marzo 2009

Uomini-donne: 0 a 10


Morire o rimanere invalidi in seguito ad un incidente stradale è terribile. Non credo di riuscire a trovare le parole adeguate per una esperienza del genere.

A mio avviso è sempre poco quello che si fa per prevenire gli incidenti. I controlli sono pochi, ce ne vorrebbero di più e ancora di più. E fatti seriamente.

Le persone ubriache continuano a guidare.
Le persone che vanno di fretta e anche quelle che non ci vanno continuano ad andare troppo veloce.
La maggior parte dei guidatori non si ferma davanti alle strisce pedonali.
I sorpassi vengono fatti in situazioni a rischio.
Poca pazienza verso chi va piano.
Tutti pensano di essere migliori guidatori dell'altro e in nome di questa bravura metto a rischio la propria vita e quella degli altri.
...
Si può continuare all'infinito.

Ma pochi si soffermano a pensare che gli incidenti possono capitare anche a loro e che la vita si può perdere in un attimo, e che la funzionalità di un arto o di una parte del corpo ci può essere tolta per sempre. Magari per una stupidaggine, magari bastava solo andare più piano.

E, in tutto questo le statistiche che vengono fatte sugli incidenti che riguardano il genere femminile piuttosto che quello maschile mi fanno venire i brividi.
Articoli scritti per lo più da uomini che cercano di discolparsi degli incidenti (che causano loro in numero nettamente superiore) indicando come gli incidenti causati dalle donne siano in aumento. E' questo il motivo? Perché c'è sempre un motivo per cui si fa o si scrive qualcosa.
Che bravi.

Questo articolo in special modo: dove vengono accusate le donne dell'aumento di incidenti causati da loro. Ma che bravi, voi uomini (è questo il piano su cui volete un confronto?)
Penso che quel 91% di uomini che causa gli incidenti debba mettersi la mano sulla coscienza e cercare di modificare il comportamento che ha alla guida del proprio mezzo.
E anche chi scrive questi articoli (di cui sopra) in cui viene sottolineanto il misero 9% di donne che causano incidenti senza minimamente parlare del restante 91% (lo riscrivo: 91%) di uomini che ne sono causa.
Vorrei ricordare questa storia di cui ho messo il bannerino sulla colonna a sinistra del blog, rivolgendomi a chi si mette alla guida dopo aver bevuto o sotto effetto di droghe.
E Laura (chi segue questo blog la conosce) di cui metto qui la prima frase con cui si descrive nel profilo di blogger "HO VISTO MOLTO PRIMA DI DIVENTARE CIECA TOTALE E SORDA PARZIALE A CAUSA DI UN INCIDENTE DI MOTO (ANCORA NON RISARCITO)".
Andate a conoscerla.

(Foto: mazzo di fiori su un palo della luce a testimonianza di chi non c'è più a causa di un incidente)

Search This Blog

Powered by Blogger.

Si parla di:

adhd (2) alimentazione (10) amare (4) ambiente (36) amici blogger (1) amore (10) animali (25) anoressia (2) ansia (2) anziani (5) asperger (2) attualità (52) Auguri (3) autismo (22) avvisi (6) bambini (19) banner (4) blog (17) blogsfera (10) bullismo (2) cani (8) canzoni (2) carnefici (1) Chiesa (1) cinema (2) consumismo (6) consumo consapevole (16) coppia (6) corpo (1) cose divertenti (7) cultura e società (1) depressione (1) dieta (1) dipendenza (1) disabili (4) disturbi dell'apprendimento (2) donare (1) educazione (15) elettroshock (5) elettrosmog (2) enuresi (1) equilibrio (1) famiglia (1) femminilità (1) film (3) foto del mese (3) frase del mese (21) fumetti (2) gatto (5) genitori (4) gioco (3) google (1) infanzia (8) inquinamento (11) integrazione (1) ipercura (1) la nostra squola (11) la strada delle parole (3) leggendo Gomorra (5) libri (23) libro (2) link (1) mafalda (1) meme (2) mente (1) mezzi pubblici (2) neil armstrong (1) OGM (2) omossesualità (3) pediatra (1) pedofilia (14) petizione (4) piaghe da decubito (2) poesia (10) povertà (1) preghiera (4) premi (5) psichiatria (2) psicofarmaci (3) psicologi (6) psicologia (1) psicopatologia (2) psicosomatica (2) pubblicità (3) raccolta differenziata (2) radioattività (2) regalo (5) ricordo (10) riflessione (16) ringraziamenti (2) salute (28) scambio link (1) scuola (11) senso civico (26) sessualità (5) solidarietà (14) sondaggio (2) sport (1) stile di vita (7) strumenti educativi (5) strumenti educativi speciali (1) suicidio (2) supermercati (1) Tagore (1) teatro (1) truffe varie (1) varie (3) video (1) videogiochi (1) vittime (1) volontariato (1) youtube (1)

Followers

Google+

La mia foto

Psicologa, Psicoterapeuta - Insegnante di massaggio infantile - Facilitatrice Metodo Feuerstein

Post più popolari

Bottoni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...