venerdì 18 luglio 2008

Non vedo lo scalpore


I gemelli sono due fratelli nati nello stesso giorno, con una stessa madre e uno stesso padre.
I gemelli possono essere di tue tipi: omozigoti e dizigoti.

I gemelli omozigoti nascono da una singola cellula uovo fecondata da un unico spermatozoo. Durante lo sviluppo embrionale la cellula si divide in due embrioni, generando due feti completamente uguali: stesso patrimonio genetico, stesso colore di occhi, di capelli e via dicendo.

I gemelli dizigoti, più comuni, derivano dalla fecondazione di due cellule uovo fecondate da due spermatozoi. Fecondazione avvenuta nello stesso momento. Quindi i due feti si svilupperanno separatamente, avranno un patrimonio genetico similare a quello di due fratelli nati in periodi diversi. Questi due gemelli saranno quindi diversi tra loro, potranno essere due femmine, due maschi o un maschio e una femmina; potranno avere gli occhi e i capelli di uguale colore oppure di colore diverso.

Quindi, perché non pensare che possono avere anche la pelle di diverso colore qualora i genitori abbiano una pelle, appunto di diverso colore, come la coppia che vive a Berlino?

Non sono un medico, perciò posso sbagliarmi, ma credo che il dubbio che mi pongo sia lecito.

Non capisco quindi la frase: «Succede raramente che due gemelli abbiamo un colore di pelle diverso», di Rudi Balling, presidente del congresso internazionale di genetica in corso proprio in questi giorni a Berlino.
Forse e spero, intendeva dire che succede già raramente di avere dei parti gemellari, ancor più raro è avere un parto gemellare da una copia con il colore della pelle diverso (coppie comunque rare), di conseguenza è raro avere gemelli (dizigoti) con il colore della pelle diverso.

Mi chiedo però, come mai il colore della pelle diverso fa tanto 'notizia' mentre il colore dei capelli diverso tra due gemelli (sempre dizigoti come quelli tedeschi), qualora i genitori avessero il colore degli occhi diversi, non fa lo stesso scalpore.

Il colore della pelle si, il colore dei capelli no.

Mi sarei meravigliata di più se uno dei due gemelli fosse nato con caratteristiche nipponiche, senza che uno dei due genitori (o qualche antenato) fosse nipponico, ovviamente.

Mentre ascoltavo la notizia al tg, la giornalista riporta che la madre dei bambini si preoccupava di come crescerli facendogli capire che il colore della pelle non significava che fossero diversi.

Non so in che senso fosse detta questa frase. Ma sono sicura che già con l'esempio della propria madre e del proprio padre, portatori di due colori diversi di pelle, possano benissimo fare da esempio senza fare tanto rumore per una cosa che può avvenire nella naturalità del comportamento.

La curiosità ha sicuramente fatto la sua parte, la curiosità per eventi rari è lecita e sana. Ma inserirla in un contesto di "difficile" educazione, di esclusiva "rarità" se non di "unicità", quando si sa che nei gemelli dizigoti le caratteristiche possono essere diverse e opposte, mettere l'accento sul colore della pelle non so quanto possa far bene alla difficoltà nel combattere tutto ciò che "non è uguale", che, guardando alla storia dell'uomo, fa parte del nostro patrimonio storico.

'L'unica razza che conosco e' quella umana' (Albert Eistein).

Search This Blog

Powered by Blogger.

Si parla di:

adhd (2) alimentazione (10) amare (4) ambiente (36) amici blogger (1) amore (10) animali (25) anoressia (2) ansia (2) anziani (5) asperger (2) attualità (52) Auguri (3) autismo (22) avvisi (6) bambini (19) banner (4) blog (17) blogsfera (10) bullismo (2) cani (8) canzoni (2) carnefici (1) Chiesa (1) cinema (2) consumismo (6) consumo consapevole (16) coppia (6) corpo (1) cose divertenti (7) cultura e società (1) depressione (1) dieta (1) dipendenza (1) disabili (4) disturbi dell'apprendimento (2) donare (1) educazione (15) elettroshock (5) elettrosmog (2) enuresi (1) equilibrio (1) famiglia (1) femminilità (1) film (3) foto del mese (3) frase del mese (21) fumetti (2) gatto (5) genitori (4) gioco (3) google (1) infanzia (8) inquinamento (11) integrazione (1) ipercura (1) la nostra squola (11) la strada delle parole (3) leggendo Gomorra (5) libri (23) libro (2) link (1) mafalda (1) meme (2) mente (1) mezzi pubblici (2) neil armstrong (1) OGM (2) omossesualità (3) pediatra (1) pedofilia (14) petizione (4) piaghe da decubito (2) poesia (10) povertà (1) preghiera (4) premi (5) psichiatria (2) psicofarmaci (3) psicologi (6) psicologia (1) psicopatologia (2) psicosomatica (2) pubblicità (3) raccolta differenziata (2) radioattività (2) regalo (5) ricordo (10) riflessione (16) ringraziamenti (2) salute (28) scambio link (1) scuola (11) senso civico (26) sessualità (5) solidarietà (14) sondaggio (2) sport (1) stile di vita (7) strumenti educativi (5) strumenti educativi speciali (1) suicidio (2) supermercati (1) Tagore (1) teatro (1) truffe varie (1) varie (3) video (1) videogiochi (1) vittime (1) volontariato (1) youtube (1)

Followers

Google+

La mia foto

Psicologa, Psicoterapeuta - Insegnante di massaggio infantile - Facilitatrice Metodo Feuerstein

Post più popolari

Bottoni

Blog Archive

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...